<![CDATA[Fondazione Verdeblu - Eventi]]> http://www.bellariaigeamarina.org/it/rss/eventi/ Tue, 26 Settembre 2017 00:22:35 +0200 info@bellariaigeamarina.org Copyright © 2017 Fondazione Verdeblu http://service.adria-web.com/pic/adriaweb.png <![CDATA[Fondazione Verdeblu - Eventi]]> http://www.bellariaigeamarina.org/it/rss/eventi/ en_US http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss 1440 <![CDATA[TOUR ALLA SCOPERTA DELLA VALMARECCHIA]]> Tour alla scoperta della rete dei Musei -REMUS- del territorio tra i due fiumi,Uso e Marecchia, con legami fra storia, archeologia, tradizioni popolari, ambiente, paesaggio e uomini.

La rete comprende il Museo/Mulino Sapignoli di Poggio Berni, Natè – Museo della tessitura e Osservatorio Naturalistico di Torriana, il Museo Etnografico e Museo Storico Archeologico di Santarcangelo di Romagna, il Museo Civico Archeologico di Verucchio.

Tour giornata intera: Verucchio, Poggio Torriana, Santarcangelo di Romagna
Possibilità di pranzo con degustazione di prodotti tipici in una casa vinicola dei colli santarcangiolesi. 

Museo civico archeologico, Verucchio 
La civiltà villanoviana, fiorita sulla rupe di Verucchio nella prima età del ferro (X-VII secolo a.C.), ha lasciato affascinanti testimonianze, oggi valorizzate nel Museo Civico Archeologico, dove sono esposti alcuni tra i più rappresentativi corredi funerari, appartenuti ai guerrieri e alle filatrici e tessitrici, che formavano i gruppi gentilizi del villaggio. La specificità del Museo è legata alla presenza di reperti unici per l’epoca villanoviana: vasellame, armi, utensili per la filatura e tessitura realizzati in terracotta, bronzo e metalli preziosi, ma anche arredi in legno (troni, tavolini, poggiapiedi con le loro decorazioni), abiti e tessuti in lana, cesti e contenitori in vimini, offerte alimentari, che si sono conservati grazie alle particolari caratteristiche del terreno in cui sono rimasti a lungo deposti.

Museo Mulino Sapignoli, Poggio Torriana
Il museo “Mulino Sapignoli” intende realizzare un incontro fra patrimonio etnografico della tradizione molitoria e il pubblico con l’obiettivo di valorizzare l’arte molitoria e la memoria del territorio di Poggio Berni. Il mulino è un luogo della produzione a cavallo fra mondo contadino e mondo artigianale ed è un luogo della trasformazione di energia, un luogo produttivo importante per l’economia del territorio e per la conoscenza della sua storia. Documenta quanto fosse importante questo territorio per i Malatesta, quale riserva della loro potenza economica e nello specifico come "granaio" della Signoria. L'edificio rappresenta la porta per la “Via dei Mulini della Valmarecchia”, ha diverse sale espositive negli ex depositi e stalle nonché un’ampia sala macine mentre all’esterno un Parco fruibile, di oltre 5.000 metri quadrati. Biblioteca sulla mulinologia.

Museo Storico Archeologico, Santarcangelo di Romagna
Il Museo custodisce e valorizza le testimonianze archeologiche, artistiche, storiche e culturali provenienti dalla città e dal territorio di Santarcangelo.    
Fornaci e territorio agricolo rappresentano la sezione archeologica, che comprende un periodo dalla preistoria all’età romana; anfore, lucerne, laterizi, suppellettili, vasi da fiori, testimoniano la fiorente attività produttiva del territorio. La sezione artistica comprende un periodo dal Medioevo all’Ottocento. Le opere esposte rappresentano aspetti interessanti sulla condizione del paese, sulla sua vita, sulla sua cultura, sulla sua religiosità., segni importanti della lunga storia di Santarcangelo.

Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna, Santarcangelo di Romagna 
Il Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna raccoglie e conserva le testimonianze della gente di un territorio ricco di tradizioni popolari: la Romagna, in particolare quella meridionale, racchiusa tra l’Appennino e il litorale Adriatico. Gli oggetti e gli strumenti esposti sia nelle sale interne che all’aperto racchiudono in sé la storia e in un certo senso l’anima di questo territorio, e ci aiutano a comprenderne l’ambiente e la quotidianità.    
Nel Museo infatti si incontrano la storia, la cultura, le tradizioni di un popolo, in tutti i suoi aspetti: la socialità, il lavoro, la ritualità, il simbolismo.
 

Tour mezza giornata: Noi. Museo della Storia e della Memoria di Bellaria Igea Marina ed uno dei Musei della rete REMUS
a scelta tra Verucchio, Poggio Torriana, Santarcangelo di Romagna.

Noi. Museo della Storia e della Memoria
L’edificio del Vecchio Macello di Bellaria Igea Marina ospita il Museo della Storia e della Memoria "Noi".
Il Museo presenta la storia delle origini di Bellaria Igea Marina, rese tangibili dall’esposizione di oggetti, documenti e testimonianze di un’epoca che è cronologicamente ancora vicina ma che guardandosi attorno sembra essere collocata in un passato lontanissimo: la nascita della vocazione turistica della città, dell’intraprendenza di persone che hanno plasmato l’economia e il benessere di un paese e di un’intera regione.
All'interno si comprende l’anima ingegnosa degli abitanti di Bellaria Igea Marina anche solo osservando i manufatti e gli utensili di antichi mestieri e delle prime “imprese turistiche” a gestione prettamente familiare, stabilimenti balneari, alberghi, locande e locali da ballo.
Il percorso permette di scoprire un mondo “antico”, che era il “fare vacanza” dagli albori ai favolosi anni ‘60 e ‘70: il lavoro dei pescatori, delle grintose pescivendole in bicicletta, dei primi villeggianti, la vita nel dopoguerra e poi l’inarrestabile evoluzione e i cambiamenti nei costumi, i divertimenti, i personaggi famosi in città, la moda, le spiagge, i bagagli, i mezzi di trasporto usati, gli oggetti della tavola, i souvenir, i primi poster e l’illustrazione pubblicitaria, la prima edicola, il primo albergo, la prima spiaggia, il primo carrettino dei gelati e i tanti stravaganti mestieri del turismo, tutto aggiunge una pennellata al grande affresco della nostra terra.
Nel 2017 il Museo è stato arricchito con una sezione dedicata al popolamento antico della nostra costa, nello specifico in epoca romana, quando si verificò sul territorio il proliferare di edifici rurali ed infrastrutture quali strade e ponti. L’allestimento di questa sezione del Museo intende testimoniare questo significativo momento storico, che ha lasciato non poche tracce a livello archeologico. Tra i reperti esposti, il più significativo sarà senza dubbio l’emblema centrale del pavimento a mosaico, recentemente restaurato, databile tra la fine del III e la metà del IV secolo d.C. e riferibile ad una villa urbano-rustica rinvenuta in Bordonchio, antico snodo della via litoranea Popilia.
Al mosaico, si affiancheranno alcuni oggetti ed elementi legati alla sfera funeraria, tra cui la copia in scala fedele al vero della stele di Egnatia Chila Uxor, datata fra il I secolo a. C e il I secolo d.C.; l'immagine raffigura una giovane che, purtroppo, ci è giunta senza volto, mentre l'epigrafe racconta la donna come una liberta, ossia una schiava poi liberata.
  ]]>

La rete comprende il Museo/Mulino Sapignoli di Poggio Berni, Natè – Museo della tessitura e Osservatorio Naturalistico di Torriana, il Museo Etnografico e Museo Storico Archeologico di Santarcangelo di Romagna, il Museo Civico Archeologico di Verucchio.

Tour giornata intera: Verucchio, Poggio Torriana, Santarcangelo di Romagna
Possibilità di pranzo con degustazione di prodotti tipici in una casa vinicola dei colli santarcangiolesi. 

Museo civico archeologico, Verucchio 
La civiltà villanoviana, fiorita sulla rupe di Verucchio nella prima età del ferro (X-VII secolo a.C.), ha lasciato affascinanti testimonianze, oggi valorizzate nel Museo Civico Archeologico, dove sono esposti alcuni tra i più rappresentativi corredi funerari, appartenuti ai guerrieri e alle filatrici e tessitrici, che formavano i gruppi gentilizi del villaggio. La specificità del Museo è legata alla presenza di reperti unici per l’epoca villanoviana: vasellame, armi, utensili per la filatura e tessitura realizzati in terracotta, bronzo e metalli preziosi, ma anche arredi in legno (troni, tavolini, poggiapiedi con le loro decorazioni), abiti e tessuti in lana, cesti e contenitori in vimini, offerte alimentari, che si sono conservati grazie alle particolari caratteristiche del terreno in cui sono rimasti a lungo deposti.

Museo Mulino Sapignoli, Poggio Torriana
Il museo “Mulino Sapignoli” intende realizzare un incontro fra patrimonio etnografico della tradizione molitoria e il pubblico con l’obiettivo di valorizzare l’arte molitoria e la memoria del territorio di Poggio Berni. Il mulino è un luogo della produzione a cavallo fra mondo contadino e mondo artigianale ed è un luogo della trasformazione di energia, un luogo produttivo importante per l’economia del territorio e per la conoscenza della sua storia. Documenta quanto fosse importante questo territorio per i Malatesta, quale riserva della loro potenza economica e nello specifico come "granaio" della Signoria. Le#39;edificio rappresenta la porta per la “Via dei Mulini della Valmarecchia”, ha diverse sale espositive negli ex depositi e stalle nonché un’ampia sala macine mentre all’esterno un Parco fruibile, di oltre 5.000 metri quadrati. Biblioteca sulla mulinologia.

Museo Storico Archeologico, Santarcangelo di Romagna
Il Museo custodisce e valorizza le testimonianze archeologiche, artistiche, storiche e culturali provenienti dalla città e dal territorio di Santarcangelo.    
Fornaci e territorio agricolo rappresentano la sezione archeologica, che comprende un periodo dalla preistoria all’età romana; anfore, lucerne, laterizi, suppellettili, vasi da fiori, testimoniano la fiorente attività produttiva del territorio. La sezione artistica comprende un periodo dal Medioevo all’Ottocento. Le opere esposte rappresentano aspetti interessanti sulla condizione del paese, sulla sua vita, sulla sua cultura, sulla sua religiosità., segni importanti della lunga storia di Santarcangelo.

Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna, Santarcangelo di Romagna 
Il Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna raccoglie e conserva le testimonianze della gente di un territorio ricco di tradizioni popolari: la Romagna, in particolare quella meridionale, racchiusa tra l’Appennino e il litorale Adriatico. Gli oggetti e gli strumenti esposti sia nelle sale interne che all’aperto racchiudono in sé la storia e in un certo senso l’anima di questo territorio, e ci aiutano a comprenderne l’ambiente e la quotidianità.    
Nel Museo infatti si incontrano la storia, la cultura, le tradizioni di un popolo, in tutti i suoi aspetti: la socialità, il lavoro, la ritualità, il simbolismo.
 

Tour mezza giornata: Noi. Museo della Storia e della Memoria di Bellaria Igea Marina ed uno dei Musei della rete REMUS
a scelta tra Verucchio, Poggio Torriana, Santarcangelo di Romagna.

Noi. Museo della Storia e della Memoria
L’edificio del Vecchio Macello di Bellaria Igea Marina ospita il Museo della Storia e della Memoria "Noi".
Il Museo presenta la storia delle origini di Bellaria Igea Marina, rese tangibili dall’esposizione di oggetti, documenti e testimonianze di un’epoca che è cronologicamente ancora vicina ma che guardandosi attorno sembra essere collocata in un passato lontanissimo: la nascita della vocazione turistica della città, dell’intraprendenza di persone che hanno plasmato l’economia e il benessere di un paese e di un’intera regione.
Alle#39;interno si comprende l’anima ingegnosa degli abitanti di Bellaria Igea Marina anche solo osservando i manufatti e gli utensili di antichi mestieri e delle prime “imprese turistiche” a gestione prettamente familiare, stabilimenti balneari, alberghi, locande e locali da ballo.
Il percorso permette di scoprire un mondo “antico”, che era il “fare vacanza” dagli albori ai favolosi anni ‘60 e ‘70: il lavoro dei pescatori, delle grintose pescivendole in bicicletta, dei primi villeggianti, la vita nel dopoguerra e poi l’inarrestabile evoluzione e i cambiamenti nei costumi, i divertimenti, i personaggi famosi in città, la moda, le spiagge, i bagagli, i mezzi di trasporto usati, gli oggetti della tavola, i souvenir, i primi poster e l’illustrazione pubblicitaria, la prima edicola, il primo albergo, la prima spiaggia, il primo carrettino dei gelati e i tanti stravaganti mestieri del turismo, tutto aggiunge una pennellata al grande affresco della nostra terra.
Nel 2017 il Museo è stato arricchito con una sezione dedicata al popolamento antico della nostra costa, nello specifico in epoca romana, quando si verificò sul territorio il proliferare di edifici rurali ed infrastrutture quali strade e ponti. L’allestimento di questa sezione del Museo intende testimoniare questo significativo momento storico, che ha lasciato non poche tracce a livello archeologico. Tra i reperti esposti, il più significativo sarà senza dubbio l’emblema centrale del pavimento a mosaico, recentemente restaurato, databile tra la fine del III e la metà del IV secolo d.C. e riferibile ad una villa urbano-rustica rinvenuta in Bordonchio, antico snodo della via litoranea Popilia.
Al mosaico, si affiancheranno alcuni oggetti ed elementi legati alla sfera funeraria, tra cui la copia in scala fedele al vero della stele di Egnatia Chila Uxor, datata fra il I secolo a. C e il I secolo d.C.; le#39;immagine raffigura una giovane che, purtroppo, ci è giunta senza volto, mentre le#39;epigrafe racconta la donna come una liberta, ossia una schiava poi liberata.
  ]]>
Eventi Informativi
<![CDATA[LE NOSTRE ESCURSIONI]]> Tour dei Musei cittadini 
Visita guidata in trenino per gruppi
(minimo 30 persone)

Itinerario: Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, Noi. Museo della Storia e della Memoria, La Casa Rossa di Alfredo Panzini.
Costo Euro 10,00 per persona
Durata: 2,5 ore circa
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima dell'effettuazione)
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Tour dei Musei cittadini 
Visita guidata a piedi per gruppi
(minimo 30 persone)

Itinerario: Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, Noi. Museo della Storia e della Memoria
Costo Euro 3,00 per persona
Durata: 1,5 ore circa 
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima dell'effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Tour dei poeti e scrittori di Romagna 
Visita guidata alle Case Museo dei poeti e scrittori di Romagna

Tour per gruppi (minimo 30 persone)
Itinerario: La Casa Rossa di Alfredo Panzini, Bellaria Igea Marina - Casa Moretti, Cesenatico - Casa Pascoli, San Mauro Pascoli 
Costo Euro 15,00 per persona (con prenotazione bus)
Costo Euro 6,00 per persona (con bus proprio) 
Durata: mattina, ore 09.00-12.30  
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima dell'effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Alla scoperta della Valmarecchia 
Visita guidata ai Musei della Valmarecchia, tra i fiumi Marecchia e Uso

Tour per gruppi (minimo 30 persone)
Itinerario: Museo Civico Archeologico, Verucchio - Museo Mulino Sapignoli, Poggio Torriana - Museo Storico Archeologico e degli Usi e dei Costumi di Romagna, Santarcangelo di Romagna
Possibilità di pranzo con degustazione di prodotti tipici in casa vinicola. 
Costo Euro 30,00 per persona (con prenotazione bus)
Costo Euro 45,00 per persona (con prenotazione bus e degustazione)
Costo Euro 15,00 per persona (con bus proprio) 
Costo Euro 30,00 per persona (con bus proprio e degustazione) 
Durata: giornata intera
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima dell'effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Alla scoperta della Valmarecchia 
Visita guidata ai Musei della Valmarecchia, tra i fiumi Marecchia e Uso

Tour per gruppi (minimo 30 persone)
Itinerario: Noi. Museo della Storia e della Memoria, Bellaria Igea Marina e a scelta uno dei Musei della Valmarecchia (Verucchio, Poggi Torriana, Santarcangelo di Romagna) 
Costo Euro 18,00 per persona (con prenotazione bus)
Costo Euro 8,00 per persona (con bus proprio) 
Durata: mezza giornata
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima dell'effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

GiocaMuseo 
Il Museo a misura di bambino

Tour per famiglie (minimo 10-massimo 20 bambini, da 5 a 10 anni) 
Itinerario: Museo delle Conchiglie della Torre Saracena e Museo della Storia e della Memoria. Spostamento a piedi.
Costo: Euro 5,00 per bambino
Durata: 1 ora  
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento disponibilità 
Appuntamenti: domenica 30 aprile e domenica 14 maggio 2017 dalle ore 16.30 
Da giugno a metà settembre il giovedì, su prenotazione. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

I prezzi indicati sono per gruppi di 30 persone. 
Preventivi personalizzati  per gruppi a partire da 8 persone o per altri itinerari, su richiesta.

  ]]>
Tour dei Musei cittadini 
Visita guidata in trenino per gruppi
(minimo 30 persone)

Itinerario: Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, Noi. Museo della Storia e della Memoria, La Casa Rossa di Alfredo Panzini.
Costo Euro 10,00 per persona
Durata: 2,5 ore circa
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima delle#39;effettuazione)
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Tour dei Musei cittadini 
Visita guidata a piedi per gruppi
(minimo 30 persone)

Itinerario: Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, Noi. Museo della Storia e della Memoria
Costo Euro 3,00 per persona
Durata: 1,5 ore circa 
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima delle#39;effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Tour dei poeti e scrittori di Romagna 
Visita guidata alle Case Museo dei poeti e scrittori di Romagna

Tour per gruppi (minimo 30 persone)
Itinerario: La Casa Rossa di Alfredo Panzini, Bellaria Igea Marina - Casa Moretti, Cesenatico - Casa Pascoli, San Mauro Pascoli 
Costo Euro 15,00 per persona (con prenotazione bus)
Costo Euro 6,00 per persona (con bus proprio) 
Durata: mattina, ore 09.00-12.30  
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima delle#39;effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Alla scoperta della Valmarecchia 
Visita guidata ai Musei della Valmarecchia, tra i fiumi Marecchia e Uso

Tour per gruppi (minimo 30 persone)
Itinerario: Museo Civico Archeologico, Verucchio - Museo Mulino Sapignoli, Poggio Torriana - Museo Storico Archeologico e degli Usi e dei Costumi di Romagna, Santarcangelo di Romagna
Possibilità di pranzo con degustazione di prodotti tipici in casa vinicola. 
Costo Euro 30,00 per persona (con prenotazione bus)
Costo Euro 45,00 per persona (con prenotazione bus e degustazione)
Costo Euro 15,00 per persona (con bus proprio) 
Costo Euro 30,00 per persona (con bus proprio e degustazione) 
Durata: giornata intera
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima delle#39;effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

Alla scoperta della Valmarecchia 
Visita guidata ai Musei della Valmarecchia, tra i fiumi Marecchia e Uso

Tour per gruppi (minimo 30 persone)
Itinerario: Noi. Museo della Storia e della Memoria, Bellaria Igea Marina e a scelta uno dei Musei della Valmarecchia (Verucchio, Poggi Torriana, Santarcangelo di Romagna) 
Costo Euro 18,00 per persona (con prenotazione bus)
Costo Euro 8,00 per persona (con bus proprio) 
Durata: mezza giornata
Prenotazione obbligatoria (almeno 3 giorni prima delle#39;effettuazione). 
Periodo: aprile-ottobre. Disponibilità guida in lingua. 
►info tour

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

GiocaMuseo 
Il Museo a misura di bambino

Tour per famiglie (minimo 10-massimo 20 bambini, da 5 a 10 anni) 
Itinerario: Museo delle Conchiglie della Torre Saracena e Museo della Storia e della Memoria. Spostamento a piedi.
Costo: Euro 5,00 per bambino
Durata: 1 ora  
Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento disponibilità 
Appuntamenti: domenica 30 aprile e domenica 14 maggio 2017 dalle ore 16.30 
Da giugno a metà settembre il giovedì, su prenotazione. 
►info tour 

⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔ ⇔

I prezzi indicati sono per gruppi di 30 persone. 
Preventivi personalizzati  per gruppi a partire da 8 persone o per altri itinerari, su richiesta.

 ]]>
Eventi Offerte Home
<![CDATA[TOUR DEI POETI E SCRITTORI DI ROMAGNA]]> Visita guidata alle Case Museo dei poeti e scrittori di Romagna che comprende: La Casa Rossa di Alfredo Panzini a Bellaria Igea Marina, Casa Moretti a Cesenatico e Casa Pascoli a San Mauro Pascoli. 

La Casa Rossa di Alfredo Panzini, Bellaria Igea Marina 
La Casa Rossa si innalza su una duna di sabbia, e dalle sue finestre un tempo si vedevano il mare e le colline di Romagna. Oggi è ricompresa tra la Ferrovia e il Parco, con accanto costruzioni senza soluzione di continuità. Il mare non è lontano ma non si vede più. E’ la villa - acquistata nel 1909 – dove lo scrittore Alfredo Panzini (Senigallia 1863-Roma 1939) trascorse con la famiglia molta parte dei suoi anni soprattutto in estate, divenendo luogo di incontro per gli amici e i letterati e per lui anche punto di osservazione privilegiato di quel mondo rurale che confluì nella sua narrativa. Restò a lungo in disuso finché un ottimo restauro e uno straordinario allestimento dal 2007 l’hanno riaperta al pubblico. Così sono tornate a vivere le stanze abitate dallo scrittore. L’ingresso accoglie il visitatore con vele che riportano parole autografe a prendere il vento verso il mare della memoria. C’è la celebre bicicletta - la severissima Opel - de La Lanterna di Diogene e delle gite in campagna. Al piano superiore, c’è la stanza da letto con comodini armadio e poltrone. C’è il bagno che merita di essere visto per la raffinata e intelligente riproposizione. E c’è lo studio, oggi spazio di esposizione, con la scrivania a cassetti e tanti manoscritti. La casa stessa è un Museo che sui quattro lati ha i resti delle ceramiche incastonate che riportano con i titoli delle principali opere di Panzini. Sul lato ferrovia c'era il pozzo e proseguendo per un sentiero si arriva alla dependance della casa per gli ospiti detta “il pensatoio”. Un parco giardino con vegetazione mediterranea la circonda ancora oggi, mentre al di là del fossato le pertinenze (oggi restaurate e parte del museo) ospitavano il podere con la casa colonica del mezzadro Finotti, la stalla del cavallo, la rimessa per il calesse che componevano la proprietà. Al piano terra della villa detta “il palazzone” vi erano la sala da pranzo e il soggiorno. L'arredo originale era costituito da un ampio tavolo di acero e poltrone poste vicino all'ingresso secondario che dava sul giardino. Il mobile appoggiato alla parete di sinistra rispetto all'ingresso, nascondeva un piccolo montacarichi per le vivande, fatte salire dalla cucina che si trovava nell'interrato. Soffitti e pareti della sala e degli altri ambienti hanno decorazioni "a secco" di sapore liberty e decò, dove domina la scritta “Stracci” voluta dallo scrittore. Oggi si sono finalmente realizzate le piene condizioni per la salvaguardia, conservazione e valorizzazione del patrimonio letterario lasciato da Panzini, corredato da impegni di conservazione archivistica, ricerca e progettazione culturale, in connessione con le realtà territoriali.

Casa Moretti, Cesenatico 
Marino Moretti nacque a Cesenatico il 18 luglio 1885 e vi morì il 6 luglio 1979. Moretti, poeta decadente italiano di fama mondiale, iniziò i propri studi nella scuola elementare di Cesenatico dove insegnava la madre. Col passare degli anni riuscì a distinguersi come grande poeta, scrivendo su giornali, quali Il Coriere della Sera e componendo numerose poesie. Le sue opere sono databili dal periodo delle Avanguardie (inizi del ‘900), con componimenti quali, “Poesie di tutti i giorni” e “Il giardino dei frutti”, fino al dopoguerra e agli anni ’60, quando si dedicò alla composizione di romanzi e poesie con una vena ironica. Alla sua morte avvenuta nel 1979, Moretti decise con la sorella Ines di donare i suoi beni al Comune di Cesenatico, compresa Casa Moretti, arredata da mobili e suppellettili del poeta, oggi Museo Nazionale visitabile e meta di manifestazioni culturali sulla letteratura e poesia del Novecento.

Casa  Pascoli, San Mauro Pascoli 
Casa Pascoli è monumento nazionale dal 1924. Qui venne alla luce il 31 dicembre 1855 il poeta Giovanni Pascoli e vi trascorse i primi anni dell'infanzia. La famiglia, trasferitasi per un breve periodo alla tenuta "Torlonia" (la Torre), vi fece ritorno dopo la morte del padre Ruggero, ma in seguito ad altre disgrazie fu costretta a venderla. Il poeta rimase sempre molto legato a questa casa dove passò la sua giovinezza. La casa, risalente alla fine del '700, venne danneggiata  durante la Seconda Guerra Mondiale e successivamente recuperata nel rispetto della struttura originale, quindi fu trasformata in piccolo Museo di memorie pascoliane. All'interno, oltre alla cucina, si possono vedere lo studio nel quale si conservano, racchiuse in bacheche, edizioni rare di alcune sue opere e numerose lettere autografe inviate agli amici sammauresi e la camera da letto, con la vecchissima culla di legno. All'esterno, un bel giardino con alcune delle piante menzionate dal poeta nelle sue poesie, ed al centro del giardino, su un plinto di pietra calcarea, il busto bronzeo dedicato al poeta.


info e prenotazioni

  ]]>

La Casa Rossa di Alfredo Panzini, Bellaria Igea Marina 
La Casa Rossa si innalza su una duna di sabbia, e dalle sue finestre un tempo si vedevano il mare e le colline di Romagna. Oggi è ricompresa tra la Ferrovia e il Parco, con accanto costruzioni senza soluzione di continuità. Il mare non è lontano ma non si vede più. E’ la villa - acquistata nel 1909 – dove lo scrittore Alfredo Panzini (Senigallia 1863-Roma 1939) trascorse con la famiglia molta parte dei suoi anni soprattutto in estate, divenendo luogo di incontro per gli amici e i letterati e per lui anche punto di osservazione privilegiato di quel mondo rurale che confluì nella sua narrativa. Restò a lungo in disuso finché un ottimo restauro e uno straordinario allestimento dal 2007 l’hanno riaperta al pubblico. Così sono tornate a vivere le stanze abitate dallo scrittore. L’ingresso accoglie il visitatore con vele che riportano parole autografe a prendere il vento verso il mare della memoria. C’è la celebre bicicletta - la severissima Opel - de La Lanterna di Diogene e delle gite in campagna. Al piano superiore, c’è la stanza da letto con comodini armadio e poltrone. C’è il bagno che merita di essere visto per la raffinata e intelligente riproposizione. E c’è lo studio, oggi spazio di esposizione, con la scrivania a cassetti e tanti manoscritti. La casa stessa è un Museo che sui quattro lati ha i resti delle ceramiche incastonate che riportano con i titoli delle principali opere di Panzini. Sul lato ferrovia ce#39;era il pozzo e proseguendo per un sentiero si arriva alla dependance della casa per gli ospiti detta “il pensatoio”. Un parco giardino con vegetazione mediterranea la circonda ancora oggi, mentre al di là del fossato le pertinenze (oggi restaurate e parte del museo) ospitavano il podere con la casa colonica del mezzadro Finotti, la stalla del cavallo, la rimessa per il calesse che componevano la proprietà. Al piano terra della villa detta “il palazzone” vi erano la sala da pranzo e il soggiorno. Le#39;arredo originale era costituito da un ampio tavolo di acero e poltrone poste vicino alle#39;ingresso secondario che dava sul giardino. Il mobile appoggiato alla parete di sinistra rispetto alle#39;ingresso, nascondeva un piccolo montacarichi per le vivande, fatte salire dalla cucina che si trovava nelle#39;interrato. Soffitti e pareti della sala e degli altri ambienti hanno decorazioni "a secco" di sapore liberty e decò, dove domina la scritta “Stracci” voluta dallo scrittore. Oggi si sono finalmente realizzate le piene condizioni per la salvaguardia, conservazione e valorizzazione del patrimonio letterario lasciato da Panzini, corredato da impegni di conservazione archivistica, ricerca e progettazione culturale, in connessione con le realtà territoriali.

Casa Moretti, Cesenatico 
Marino Moretti nacque a Cesenatico il 18 luglio 1885 e vi morì il 6 luglio 1979. Moretti, poeta decadente italiano di fama mondiale, iniziò i propri studi nella scuola elementare di Cesenatico dove insegnava la madre. Col passare degli anni riuscì a distinguersi come grande poeta, scrivendo su giornali, quali Il Coriere della Sera e componendo numerose poesie. Le sue opere sono databili dal periodo delle Avanguardie (inizi del ‘900), con componimenti quali, “Poesie di tutti i giorni” e “Il giardino dei frutti”, fino al dopoguerra e agli anni ’60, quando si dedicò alla composizione di romanzi e poesie con una vena ironica. Alla sua morte avvenuta nel 1979, Moretti decise con la sorella Ines di donare i suoi beni al Comune di Cesenatico, compresa Casa Moretti, arredata da mobili e suppellettili del poeta, oggi Museo Nazionale visitabile e meta di manifestazioni culturali sulla letteratura e poesia del Novecento.

Casa  Pascoli, San Mauro Pascoli 
Casa Pascoli è monumento nazionale dal 1924. Qui venne alla luce il 31 dicembre 1855 il poeta Giovanni Pascoli e vi trascorse i primi anni delle#39;infanzia. La famiglia, trasferitasi per un breve periodo alla tenuta "Torlonia" (la Torre), vi fece ritorno dopo la morte del padre Ruggero, ma in seguito ad altre disgrazie fu costretta a venderla. Il poeta rimase sempre molto legato a questa casa dove passò la sua giovinezza. La casa, risalente alla fine del e#39;700, venne danneggiata  durante la Seconda Guerra Mondiale e successivamente recuperata nel rispetto della struttura originale, quindi fu trasformata in piccolo Museo di memorie pascoliane. Alle#39;interno, oltre alla cucina, si possono vedere lo studio nel quale si conservano, racchiuse in bacheche, edizioni rare di alcune sue opere e numerose lettere autografe inviate agli amici sammauresi e la camera da letto, con la vecchissima culla di legno. Alle#39;esterno, un bel giardino con alcune delle piante menzionate dal poeta nelle sue poesie, ed al centro del giardino, su un plinto di pietra calcarea, il busto bronzeo dedicato al poeta.


info e prenotazioni

 ]]>
Eventi Informativi
<![CDATA[TOUR DEI MUSEI CITTADINI]]> Visita guidata dei luoghi storici di Bellaria Igea Marina per scoprire le nostre radici e le nostre tradizioni, in un itinerario adatto a tutta la famiglia.

La visita, che potrà essere effettuata a piedi o con il trenino, comprende la Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, Noi. Museo della Storia e della Memoria e La Casa Rossa di Alfredo Panzini.

Torre Saracena
Il Museo delle Conchiglie, il Giardino delle Vele Storiche e i “Batanicci”

L’antica torre, costruita nel XVII secolo per difendere la costa dalle scorrerie dei pirati turchi, ospita una ricca collezione di conchiglie, molluschi ed altri organismi marini. Presso il piano terra della Torre, durante tutta l’estate, si svolgono esposizioni temporanee di pittura e fotografia. In collaborazione con il Liceo Artistico di Rimini è stata realizzata la mostra “Storie senza parole” con tema le conchiglie e il mare. Nel parco una suggestiva esposizione di vele al terzo coi colori delle famiglie marinare nonché alcuni “batanicci”, barche d’epoca di piccole dimensioni usate per la pesca quotidiana e la sussistenza familiare.

Noi. Museo della Storia e della Memoria
L’edificio del Vecchio Macello di Bellaria Igea Marina ospita il Museo della Storia e della Memoria "Noi".
Il Museo presenta la storia delle origini di Bellaria Igea Marina, rese tangibili dall’esposizione di oggetti, documenti e testimonianze di un’epoca che è cronologicamente ancora vicina ma che guardandosi attorno sembra essere collocata in un passato lontanissimo: la nascita della vocazione turistica della città, dell’intraprendenza di persone che hanno plasmato l’economia e il benessere di un paese e di un’intera regione.
All'interno si comprende l’anima ingegnosa degli abitanti di Bellaria Igea Marina anche solo osservando i manufatti e gli utensili di antichi mestieri e delle prime “imprese turistiche” a gestione prettamente familiare, stabilimenti balneari, alberghi, locande e locali da ballo.
Il percorso permette di scoprire un mondo “antico”, che era il “fare vacanza” dagli albori ai favolosi anni ‘60 e ‘70: il lavoro dei pescatori, delle grintose pescivendole in bicicletta, dei primi villeggianti, la vita nel dopoguerra e poi l’inarrestabile evoluzione e i cambiamenti nei costumi, i divertimenti, i personaggi famosi in città, la moda, le spiagge, i bagagli, i mezzi di trasporto usati, gli oggetti della tavola, i souvenir, i primi poster e l’illustrazione pubblicitaria, la prima edicola, il primo albergo, la prima spiaggia, il primo carrettino dei gelati e i tanti stravaganti mestieri del turismo, tutto aggiunge una pennellata al grande affresco della nostra terra.
Nel 2017 il Museo è stato arricchito con una sezione dedicata al popolamento antico della nostra costa, nello specifico in epoca romana, quando si verificò sul territorio il proliferare di edifici rurali ed infrastrutture quali strade e ponti. L’allestimento di questa sezione del Museo intende testimoniare questo significativo momento storico, che ha lasciato non poche tracce a livello archeologico. Tra i reperti esposti, il più significativo sarà senza dubbio l’emblema centrale del pavimento a mosaico, recentemente restaurato, databile tra la fine del III e la metà del IV secolo d.C. e riferibile ad una villa urbano-rustica rinvenuta in Bordonchio, antico snodo della via litoranea Popilia.
Al mosaico, si affiancheranno alcuni oggetti ed elementi legati alla sfera funeraria, tra cui la copia in scala fedele al vero della stele di Egnatia Chila Uxor, datata fra il I secolo a. C e il I secolo d.C.; l'immagine raffigura una giovane che, purtroppo, ci è giunta senza volto, mentre l'epigrafe racconta la donna come una liberta, ossia una schiava poi liberata.

La Casa Rossa di Alfredo Panzini 
Il Parco culturale e la Casa Museo dello scrittore Alfredo Panzini (Senigallia 1863-Roma 1939) ospitano il museo, esposizioni, eventi ed appuntamenti culturali. Nella magia del parco, da giugno a settembre si svolgono appuntamenti musicali e letterari.
La Casa Rossa si innalza su una duna di sabbia e dalle sue finestre un tempo si vedevano il mare e le colline di Romagna. E’ la villa - acquistata nel 1909 - dove lo scrittore Alfredo Panzini trascorse con la famiglia parte dei suoi anni soprattutto in estate, divenendo luogo di incontro per gli amici e i letterati e per lui stesso un punto di osservazione privilegiato di quel mondo rurale che confluì nella sua narrativa. A lungo in disuso, venne restaurata nel 2007 e riaperta al pubblico. L’ingresso accoglie il visitatore con le parole dello scrittore, c’è poi la celebre bicicletta de La Lanterna di Diogene e delle gite in campagna, al piano superiore la stanza da letto e il bagno che meritano di essere visti per la raffinata e intelligente riproposizione. Infine, lo studio con la scrivania a cassetti e tanti manoscritti. La casa stessa è un Museo che sui quattro lati ha i resti delle ceramiche incastonate che riportano i titoli delle principali opere di Panzini. Sul lato ferrovia c’era il pozzo e proseguendo per un sentiero si arriva alla dependance della casa per gli ospiti detta “il pensatoio”. Un parco giardino con vegetazione mediterranea la circonda ancora oggi, mentre al di là del fossato le pertinenze (oggi restaurate e parte del museo) ospitavano il podere con la casa colonica del mezzadro Finotti, la stalla del cavallo, la rimessa per il calesse che componevano la proprietà. Oggi si sono finalmente realizzate le piene condizioni per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio letterario lasciato da Panzini, corredato da impegni di conservazione archivistica, ricerca e progettazione culturale in connessione con le realtà territoriali.


info e prenotazioni
  ]]>

La visita, che potrà essere effettuata a piedi o con il trenino, comprende la Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, Noi. Museo della Storia e della Memoria e La Casa Rossa di Alfredo Panzini.

Torre Saracena
Il Museo delle Conchiglie, il Giardino delle Vele Storiche e i “Batanicci”

L’antica torre, costruita nel XVII secolo per difendere la costa dalle scorrerie dei pirati turchi, ospita una ricca collezione di conchiglie, molluschi ed altri organismi marini. Presso il piano terra della Torre, durante tutta l’estate, si svolgono esposizioni temporanee di pittura e fotografia. In collaborazione con il Liceo Artistico di Rimini è stata realizzata la mostra “Storie senza parole” con tema le conchiglie e il mare. Nel parco una suggestiva esposizione di vele al terzo coi colori delle famiglie marinare nonché alcuni “batanicci”, barche d’epoca di piccole dimensioni usate per la pesca quotidiana e la sussistenza familiare.

Noi. Museo della Storia e della Memoria
L’edificio del Vecchio Macello di Bellaria Igea Marina ospita il Museo della Storia e della Memoria "Noi".
Il Museo presenta la storia delle origini di Bellaria Igea Marina, rese tangibili dall’esposizione di oggetti, documenti e testimonianze di un’epoca che è cronologicamente ancora vicina ma che guardandosi attorno sembra essere collocata in un passato lontanissimo: la nascita della vocazione turistica della città, dell’intraprendenza di persone che hanno plasmato l’economia e il benessere di un paese e di un’intera regione.
Alle#39;interno si comprende l’anima ingegnosa degli abitanti di Bellaria Igea Marina anche solo osservando i manufatti e gli utensili di antichi mestieri e delle prime “imprese turistiche” a gestione prettamente familiare, stabilimenti balneari, alberghi, locande e locali da ballo.
Il percorso permette di scoprire un mondo “antico”, che era il “fare vacanza” dagli albori ai favolosi anni ‘60 e ‘70: il lavoro dei pescatori, delle grintose pescivendole in bicicletta, dei primi villeggianti, la vita nel dopoguerra e poi l’inarrestabile evoluzione e i cambiamenti nei costumi, i divertimenti, i personaggi famosi in città, la moda, le spiagge, i bagagli, i mezzi di trasporto usati, gli oggetti della tavola, i souvenir, i primi poster e l’illustrazione pubblicitaria, la prima edicola, il primo albergo, la prima spiaggia, il primo carrettino dei gelati e i tanti stravaganti mestieri del turismo, tutto aggiunge una pennellata al grande affresco della nostra terra.
Nel 2017 il Museo è stato arricchito con una sezione dedicata al popolamento antico della nostra costa, nello specifico in epoca romana, quando si verificò sul territorio il proliferare di edifici rurali ed infrastrutture quali strade e ponti. L’allestimento di questa sezione del Museo intende testimoniare questo significativo momento storico, che ha lasciato non poche tracce a livello archeologico. Tra i reperti esposti, il più significativo sarà senza dubbio l’emblema centrale del pavimento a mosaico, recentemente restaurato, databile tra la fine del III e la metà del IV secolo d.C. e riferibile ad una villa urbano-rustica rinvenuta in Bordonchio, antico snodo della via litoranea Popilia.
Al mosaico, si affiancheranno alcuni oggetti ed elementi legati alla sfera funeraria, tra cui la copia in scala fedele al vero della stele di Egnatia Chila Uxor, datata fra il I secolo a. C e il I secolo d.C.; le#39;immagine raffigura una giovane che, purtroppo, ci è giunta senza volto, mentre le#39;epigrafe racconta la donna come una liberta, ossia una schiava poi liberata.

La Casa Rossa di Alfredo Panzini 
Il Parco culturale e la Casa Museo dello scrittore Alfredo Panzini (Senigallia 1863-Roma 1939) ospitano il museo, esposizioni, eventi ed appuntamenti culturali. Nella magia del parco, da giugno a settembre si svolgono appuntamenti musicali e letterari.
La Casa Rossa si innalza su una duna di sabbia e dalle sue finestre un tempo si vedevano il mare e le colline di Romagna. E’ la villa - acquistata nel 1909 - dove lo scrittore Alfredo Panzini trascorse con la famiglia parte dei suoi anni soprattutto in estate, divenendo luogo di incontro per gli amici e i letterati e per lui stesso un punto di osservazione privilegiato di quel mondo rurale che confluì nella sua narrativa. A lungo in disuso, venne restaurata nel 2007 e riaperta al pubblico. L’ingresso accoglie il visitatore con le parole dello scrittore, c’è poi la celebre bicicletta de La Lanterna di Diogene e delle gite in campagna, al piano superiore la stanza da letto e il bagno che meritano di essere visti per la raffinata e intelligente riproposizione. Infine, lo studio con la scrivania a cassetti e tanti manoscritti. La casa stessa è un Museo che sui quattro lati ha i resti delle ceramiche incastonate che riportano i titoli delle principali opere di Panzini. Sul lato ferrovia c’era il pozzo e proseguendo per un sentiero si arriva alla dependance della casa per gli ospiti detta “il pensatoio”. Un parco giardino con vegetazione mediterranea la circonda ancora oggi, mentre al di là del fossato le pertinenze (oggi restaurate e parte del museo) ospitavano il podere con la casa colonica del mezzadro Finotti, la stalla del cavallo, la rimessa per il calesse che componevano la proprietà. Oggi si sono finalmente realizzate le piene condizioni per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio letterario lasciato da Panzini, corredato da impegni di conservazione archivistica, ricerca e progettazione culturale in connessione con le realtà territoriali.


info e prenotazioni
 ]]>
Eventi Informativi
<![CDATA[RACCONTI DI BLOGTOUR | ESTATE 2017]]>

Dal mese di giugno Bellaria Igea Marina ospita una serie di mamme blogger con le loro famiglie: obiettivo, presentare la nostra Città in tutte le sue "sfumature" family e raccogliere i racconti delle nostre ospiti. 

Lillo, la mascotte di Bellaria Igea Marina, fa da padone di casa, accompagnando i più piccoli in tutti gli appuntamenti.
 
Temi dei blogtour: la spiaggia e il mare, il parco, le isole pedonali, i Musei della Città, l'entroterra romagnolo e la gastronomia.

Bellissimi i momenti trascorsi insieme, tra il mare e la collina, tra la spiaggia e la campagna, alla scoperta delle nostre radici e tradizioni.

Sui social l'hashtag per seguire le nostre avventure è #bimforkids laugh

Per conoscere il progetto e tutte le mamme blogger dell'estate 2017, scopri il programma => #bimforkids estate 2017 

E per leggere i racconti delle nostre mamme, ecco i link! 
Buona lettura! 


Daniela Massardo, Racconti di Viaggio e non solo 
Bellaria Igea Marina, emozioni a caldo blogtour #bimforkids 
Hotel Rio a Bellaria Igea Marina: un hotel per famiglie 

Irene Pea, Viaggi da Mamme
Hotel Derby: un'oasi di tranquillità a Bellaria Igea Marina 
Vacanza a Bellaria Igea Marina: cosa fare coi bambini 

Marta Mancini, Viaggi e Sorrisi 
10 cose da non perdere a Bellaria Igea Marina 


Milena Marchioni, Bimbi e Viaggi 
15 giugno: inizia il primo week end di #bimforkids 2017



Elisa di Rienzo, Il Fior di Cappero
Per una vacanza con i bambini: Bellaria Igea Marina 

Lara Bianchini, La Barchetta di carta di zucchero
Le Saline di Cervia, insieme a #bimtour 
Cosa fare a Bellaria Igea Marina #Familyblogtour 



Milena Marchioni, Bimbi e Viaggi 
#bimforkids 2017 - settimana 2



Roberta Morasco, Facciamo che ero la cuoca? 
Bellaria Igea Marina, una vacanza a misura di famiglia 
La piadina romagnola (con l'olio evo). Cose che si imparano a Bellaria Igea Marina 


Milena Marchioni, Bimbi e Viaggi
#bimforkids 2017 - settimana 3



Roberta Sandri, 50 Sfumature di Mamma 
Una vacanza a misura di bambini: Bellaria Igea Marina 

Giuseppina Bertoldo, Instamamme 
Cinque ragioni per andare a Bellaria Igea Marina 


-segue- 

 
]]>

Dal mese di giugno Bellaria Igea Marina ospita una serie di mamme blogger con le loro famiglie: obiettivo, presentare la nostra Città in tutte le sue "sfumature" family e raccogliere i racconti delle nostre ospiti. 

Lillo, la mascotte di Bellaria Igea Marina, fa da padone di casa, accompagnando i più piccoli in tutti gli appuntamenti.
 
Temi dei blogtour: la spiaggia e il mare, il parco, le isole pedonali, i Musei della Città, le#39;entroterra romagnolo e la gastronomia.

Bellissimi i momenti trascorsi insieme, tra il mare e la collina, tra la spiaggia e la campagna, alla scoperta delle nostre radici e tradizioni.

Sui social le#39;hashtag per seguire le nostre avventure è #bimforkids laugh

Per conoscere il progetto e tutte le mamme blogger delle#39;estate 2017, scopri il programma => #bimforkids estate 2017 

E per leggere i racconti delle nostre mamme, ecco i link! 
Buona lettura! 


Daniela Massardo, Racconti di Viaggio e non solo 
Bellaria Igea Marina, emozioni a caldo blogtour #bimforkids 
Hotel Rio a Bellaria Igea Marina: un hotel per famiglie 

Irene Pea, Viaggi da Mamme
Hotel Derby: une#39;oasi di tranquillità a Bellaria Igea Marina 
Vacanza a Bellaria Igea Marina: cosa fare coi bambini 

Marta Mancini, Viaggi e Sorrisi 
10 cose da non perdere a Bellaria Igea Marina 


Milena Marchioni, Bimbi e Viaggi 
15 giugno: inizia il primo week end di #bimforkids 2017



Elisa di Rienzo, Il Fior di Cappero
Per una vacanza con i bambini: Bellaria Igea Marina 

Lara Bianchini, La Barchetta di carta di zucchero
Le Saline di Cervia, insieme a #bimtour 
Cosa fare a Bellaria Igea Marina #Familyblogtour 



Milena Marchioni, Bimbi e Viaggi 
#bimforkids 2017 - settimana 2



Roberta Morasco, Facciamo che ero la cuoca? 
Bellaria Igea Marina, una vacanza a misura di famiglia 
La piadina romagnola (con le#39;olio evo). Cose che si imparano a Bellaria Igea Marina 


Milena Marchioni, Bimbi e Viaggi
#bimforkids 2017 - settimana 3



Roberta Sandri, 50 Sfumature di Mamma 
Una vacanza a misura di bambini: Bellaria Igea Marina 

Giuseppina Bertoldo, Instamamme 
Cinque ragioni per andare a Bellaria Igea Marina 


-segue- 

 
]]>
Eventi Informativi Home
<![CDATA[33^ SALON INTERNATIONAL DU TOURISME ET DES VOYAGES]]> Bellaria Igea Marina parteciperà alla 33^ edizione della Fiera SITV di Colmar in Alsazia (Francia), in programma dal 10 al 12 novembre 2017.

Tre giornate ricche di eventi, promozione, ottima cucina con le specialità tipiche del Ristorante Romagnolo e della caffetteria, l'animazione per gli amanti dell'enogastronomia con la degustazione di ottimi vini e il chiosco per assaggiare la nostra piadina.

Animazione con musica romagnola e italiana, balli del nostro folklore, show cooking e scuola di piadina.
E in più concorsi a premi, offerte e gadget per tutti i visitatori.

La partecipazione alla Fiera è aperta a tutti gli operatori turistici di Bellaria Igea Marina.




  ]]>

Tre giornate ricche di eventi, promozione, ottima cucina con le specialità tipiche del Ristorante Romagnolo e della caffetteria, le#39;animazione per gli amanti delle#39;enogastronomia con la degustazione di ottimi vini e il chiosco per assaggiare la nostra piadina.

Animazione con musica romagnola e italiana, balli del nostro folklore, show cooking e scuola di piadina.
E in più concorsi a premi, offerte e gadget per tutti i visitatori.

La partecipazione alla Fiera è aperta a tutti gli operatori turistici di Bellaria Igea Marina.




 ]]>
Eventi Primo Piano
<![CDATA[WÜRZBURGER REISEMESSE]]> Bellaria Igea Marina parteciperà per il primo anno a Würzburger Reisemesse, in programma il 18 e 19 novembre 2017.

Unica fiera della regione della Bassa Sassonia a proporre viaggi, vacanze e crociere.
L’evento fieristico si svolge in collaborazione con TUI, il maggior Tour Operator della Germania.

La partecipazione alla Fiera è aperta a tutti gli operatori turistici di Bellaria Igea Marina.

  ]]>

Unica fiera della regione della Bassa Sassonia a proporre viaggi, vacanze e crociere.
L’evento fieristico si svolge in collaborazione con TUI, il maggior Tour Operator della Germania.

La partecipazione alla Fiera è aperta a tutti gli operatori turistici di Bellaria Igea Marina.

 ]]>
<![CDATA[BELLARIA IGEA MARINA inWELLNESS]]>

Bellaria Igea Marina inWellness è un progetto che promuove il movimento all'aria aperta, da praticare anche in vacanza.
 
Il progetto prevede l'organizzazione di attività sportive gratuite per turisti e residenti sulla spiaggia e nei parchi urbani della nostra città nel periodo primaverile/estivo e schede di allenamento a disposizione degli utenti online per tutto l'anno.


Consulta online o scarica le nostre schede di allenamento.

Palestra a cielo aperto, Parco del Gelso.




SCHEDA LIVELLO MEDIO


SCHEDA LIVELLO DIFFICILE

 

ALLENAMENTO LIVELLO FACILE


HALF SQUAT


 

NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE E FRONTALE).
A STAZIONAMENTO ERETTO, PIEDI ALLA LARGHEZZA DELLE SPALLE LEGGERMENTE EXTRARUOTATI.
PIEGARE LEGGERMENTE LE GAMBE E SCENDERE CERCANDO DI MANTENERE L’ATTEGGIAMENTO INIZIALE DELLA SCHIENA CHE RIMANE PIATTA.

 
----------------------

KNEE PUSH UP




 


 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE E FRONTALE).
BUSTO PROTESO AVANTI, GINOCCHIA IN APPOGGIO, SCHIENA PIATTA E MANI IN APPOGGIO AL SUOLO AD UNA LARGHEZZA LEGGERMENTE SUPERIORE A QUELLA DELLE SPALLE. PIEGARE I GOMITI SCENDENDO CON IL TORACE VERSO TERRA QUINDI RISALIRE.
DURANTE L’ESECUZIONE L’AVAMBRACCIO È PERPENDICOLARE A TERRA.

 
----------------------
 

CRUNCH




 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE).
A TERRA, SUPINO, MANI DIETRO LA NUCA, SOLLEVARE LEGGERMENTE IL TORACE FINO A SENTIRE TENSIONE NELLA REGIONE ADDOMINALE E TORNARE NELLA POSIZIONE DI PARTENZA.
EVITARE DI FLETTERE ECCESSIVAMENTE IL COLLO.

 
----------------------


HIP RAISE (PONTE PER GLUTEI)



 
 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE).
A TERRA, SUPINO, MANI LUNGO I FIANCHI, SOLLEVARE IL BACINO FINO A RAGGIUNGERE L’ALLINEAMENTO DEL TRONCO CON GLI ARTI INFERIORI E TORNARE ALLA POSIZIONE DI PARTENZA.


 
----------------------


GOOD MORNING

 


 

NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE E FRONTALE).
DA STAZIONAMENTO ERETTO, PIEDI ALLA LARGHEZZA DELLE SPALLE LEGGERMENTE EXTRARUOTATI.
FLETTERE IL BUSTO AVANTI MANTENENDO LA SCHIENA PIATTA E L’APERTURA DELLE SPALLE.
E’ CONSENTITO PIEGARE LEGGERMENTE LE GAMBE.


 
----------------------

 

CRUNCH TWIST





 
 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO(LATERALE).
A TERRA, SUPINO, UNA GAMBA ACCAVALLATA SULL’ALTRA, PORRE LA MANO OPPOSTA AL GINOCCHIO SOLLEVATO DIETRO LA NUCA E POSIZIONARE L’ALTRA A TERRA DISTANTE DAL CORPO.
SOLLEVARE IL TORACE DIRIGENDOSI VERSO IL GINOCCHIO SOLLEVATO EVITANDO DI FLETTERE ECCESSIVAMENTE IL COLLO. L’ESERCIZIO VA RIPETUTO INVERTENDO LA POSIZIONE DEGLI ARTI SUPERIORI E INFERIORI.


 
----------------------

 

EASY PULL UP


 

 

NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO.
ALLUNGANDOSI VERSO L’ALTO, AFFERRARE LA BARRA PONENDO LA MANI AD UNA LARGHEZZA SUPERIORE A QUELLA DELLE SPALLE. APPOGGIARE UN PIEDE SU UNA BARRA SOTTOSTANTE MENTRE L’ALTRO RIMANE LIBERO E LONTANO DAL SUOLO.
SOLLEVARSI EFFETTUANDO UNA TRAZIONE CON LE BRACCIA ED AIUTANDOSI COL PIEDE IN APPOGGIO A SECONDA DELLA NECESSITÀ, POI TORNARE NELLA POSIZIONE INIZIALE.


 
----------------------

 

HALF BURPEE






 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA, PROGRESSIONE E ARRIVO (LATERALE).
DA STAZIONAMENTO ERETTO SCENDERE FINO AD APPOGGIARE LE MANI A TERRA ALLONTANANDO SUCCESSIVAMENTE I PIEDI FINO AD ARRIVARE IN POSIZIONE PROTESA, QUINDI RIPORTARE AVANTI UN PIEDE PER VOLTA ARRIVANDO AD APPOGGIARE COMPLETAMENTE LA PIANTA GIUNGENDO IN POSIZIONE CON LE GAMBE PIEGATE (SQUAT), PER POI SOLLEVARSI FINO ALLA POSIZIONE DI PARTENZA.


 
----------------------

 

SIDE PLANK

 
 


NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (FRONTALE).
DA DECUBITO LATERALE, SU UN FIANCO, GOMITO IN APPOGGIO SOTTO LA SPALLA E PIEDI SOVRAPPOSTI, SOLLEVARE IL BACINO FINO A RAGGIUNGERE L’ALLINEAMENTO DEL TRONCO CON GLI ARTI INFERIORI.
SOLLEVARE IN VERTICALE IL BRACCIO LIBERO ALLINEANDOLO COSÌ AL BRACCIO IN APPOGGIO.

 
 
STAMPA ALLENAMENTO




Bellaria Igea Marina inWellness è un progetto di Fondazione Verdeblu e Comune di Bellaria Igea Marina, realizzato con la partnership di Gruppo Hera

 
 
 
 
 
 
]]>
Bellaria Igea Marina inWellness è un progetto che promuove il movimento alle#39;aria aperta, da praticare anche in vacanza.
 
Il progetto prevede le#39;organizzazione di attività sportive gratuite per turisti e residenti sulla spiaggia e nei parchi urbani della nostra città nel periodo primaverile/estivo e schede di allenamento a disposizione degli utenti online per tutto le#39;anno.


Consulta online o scarica le nostre schede di allenamento.

Palestra a cielo aperto, Parco del Gelso.




SCHEDA LIVELLO MEDIO


SCHEDA LIVELLO DIFFICILE

 

ALLENAMENTO LIVELLO FACILE


HALF SQUAT


 

NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE E FRONTALE).
A STAZIONAMENTO ERETTO, PIEDI ALLA LARGHEZZA DELLE SPALLE LEGGERMENTE EXTRARUOTATI.
PIEGARE LEGGERMENTE LE GAMBE E SCENDERE CERCANDO DI MANTENERE L’ATTEGGIAMENTO INIZIALE DELLA SCHIENA CHE RIMANE PIATTA.

 
----------------------

KNEE PUSH UP




 


 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE E FRONTALE).
BUSTO PROTESO AVANTI, GINOCCHIA IN APPOGGIO, SCHIENA PIATTA E MANI IN APPOGGIO AL SUOLO AD UNA LARGHEZZA LEGGERMENTE SUPERIORE A QUELLA DELLE SPALLE. PIEGARE I GOMITI SCENDENDO CON IL TORACE VERSO TERRA QUINDI RISALIRE.
DURANTE L’ESECUZIONE L’AVAMBRACCIO È PERPENDICOLARE A TERRA.

 
----------------------
 

CRUNCH




 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE).
A TERRA, SUPINO, MANI DIETRO LA NUCA, SOLLEVARE LEGGERMENTE IL TORACE FINO A SENTIRE TENSIONE NELLA REGIONE ADDOMINALE E TORNARE NELLA POSIZIONE DI PARTENZA.
EVITARE DI FLETTERE ECCESSIVAMENTE IL COLLO.

 
----------------------


HIP RAISE (PONTE PER GLUTEI)



 
 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE).
A TERRA, SUPINO, MANI LUNGO I FIANCHI, SOLLEVARE IL BACINO FINO A RAGGIUNGERE L’ALLINEAMENTO DEL TRONCO CON GLI ARTI INFERIORI E TORNARE ALLA POSIZIONE DI PARTENZA.


 
----------------------


GOOD MORNING

 


 

NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (LATERALE E FRONTALE).
DA STAZIONAMENTO ERETTO, PIEDI ALLA LARGHEZZA DELLE SPALLE LEGGERMENTE EXTRARUOTATI.
FLETTERE IL BUSTO AVANTI MANTENENDO LA SCHIENA PIATTA E L’APERTURA DELLE SPALLE.
E’ CONSENTITO PIEGARE LEGGERMENTE LE GAMBE.


 
----------------------

 

CRUNCH TWIST





 
 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO(LATERALE).
A TERRA, SUPINO, UNA GAMBA ACCAVALLATA SULL’ALTRA, PORRE LA MANO OPPOSTA AL GINOCCHIO SOLLEVATO DIETRO LA NUCA E POSIZIONARE L’ALTRA A TERRA DISTANTE DAL CORPO.
SOLLEVARE IL TORACE DIRIGENDOSI VERSO IL GINOCCHIO SOLLEVATO EVITANDO DI FLETTERE ECCESSIVAMENTE IL COLLO. L’ESERCIZIO VA RIPETUTO INVERTENDO LA POSIZIONE DEGLI ARTI SUPERIORI E INFERIORI.


 
----------------------

 

EASY PULL UP


 

 

NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO.
ALLUNGANDOSI VERSO L’ALTO, AFFERRARE LA BARRA PONENDO LA MANI AD UNA LARGHEZZA SUPERIORE A QUELLA DELLE SPALLE. APPOGGIARE UN PIEDE SU UNA BARRA SOTTOSTANTE MENTRE L’ALTRO RIMANE LIBERO E LONTANO DAL SUOLO.
SOLLEVARSI EFFETTUANDO UNA TRAZIONE CON LE BRACCIA ED AIUTANDOSI COL PIEDE IN APPOGGIO A SECONDA DELLA NECESSITÀ, POI TORNARE NELLA POSIZIONE INIZIALE.


 
----------------------

 

HALF BURPEE






 
NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA, PROGRESSIONE E ARRIVO (LATERALE).
DA STAZIONAMENTO ERETTO SCENDERE FINO AD APPOGGIARE LE MANI A TERRA ALLONTANANDO SUCCESSIVAMENTE I PIEDI FINO AD ARRIVARE IN POSIZIONE PROTESA, QUINDI RIPORTARE AVANTI UN PIEDE PER VOLTA ARRIVANDO AD APPOGGIARE COMPLETAMENTE LA PIANTA GIUNGENDO IN POSIZIONE CON LE GAMBE PIEGATE (SQUAT), PER POI SOLLEVARSI FINO ALLA POSIZIONE DI PARTENZA.


 
----------------------

 

SIDE PLANK

 
 


NELLA FOTO, POSIZIONE DI PARTENZA E ARRIVO (FRONTALE).
DA DECUBITO LATERALE, SU UN FIANCO, GOMITO IN APPOGGIO SOTTO LA SPALLA E PIEDI SOVRAPPOSTI, SOLLEVARE IL BACINO FINO A RAGGIUNGERE L’ALLINEAMENTO DEL TRONCO CON GLI ARTI INFERIORI.
SOLLEVARE IN VERTICALE IL BRACCIO LIBERO ALLINEANDOLO COSÌ AL BRACCIO IN APPOGGIO.

 
 
STAMPA ALLENAMENTO




Bellaria Igea Marina inWellness è un progetto di Fondazione Verdeblu e Comune di Bellaria Igea Marina, realizzato con la partnership di Gruppo Hera

 
 
 
 
 
 
]]>
Eventi Informativi Home
<![CDATA[Bellaria Igea Marina Family]]>

 
 
A Bellaria Igea Marina i bambini sono da sempre protagonisti della vacanza: un'accoglienza "formato famiglia" che nasce dalla nostra tradizione di ospitalità, cardine di un lavoro svolto quotidianamente con tanta passione dai nostri operatori turistici. 

A Bellaria Igea Marina troverete
family hotel, all'avanguardia nei servizi;
spiagge family, sicure, attrezzate e curate nei minimi particolari;
negozi family, dove lo shopping si trasforma in divertimento;
ristoranti, gelaterie, locali family, dove sentirsi a casa.
 
In più, luoghi ed eventi family, per trasformare la vacanza in un'avventura indimenticabile:
il Parco del Gelso e il suo lago, la Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, il trenino verde che attraversa la città, i parchi giochi, le giostre, i burattini, i giocolieri, i laboratori e l'animazione, tantissimi eventi per tutta la famiglia e Lillo, la nostra mascotte family.
 
Un Disciplinare regolerà l’adesione al progetto da parte degli operatori di ogni categoria, per garantire la vacanza family a Bellaria Igea Marina. 
 
Partecipano al progetto
Federalberghi Bellaria Igea Marina, Turismhotels, Consorzio Family & CCooperativa Bagnini, Confcommercio, Confartigianato, CNA, Confesercenti, Cooperativa Bar di Spiaggia, con il patrocinio del Comune di Bellaria Igea Marina. 


I servizi garantiti da Bellaria Igea Marina Family 


Disciplinare Family




►►►►► Ospitalità Family 

Hotel ****
Blu Suite Hotel 
Hotel Gambrinus Tower Resort
Hotel Gioiella 
Hotel Orizzonte
Hotel Rosalba 


Hotel *** superior
Hotel Agostini
Mediterraneo Suite Resort


Hotel ***
Hotel Acquamarina
Hotel Alba d'Oro
Hotel Amalfi
Club Hotel Angelini 
Hotel Arizona
Hotel Atlantic
Augusta Hotel
Hotel Bella Igea 
Hotel Belsoggiorno
Hotel Bolognese
Hotel Capanni  
Hotel Castellucci
Hotel Città di Rosario
Hotel Columbia
Hotel Condor 
Hotel Della Motta 

Hotel Derby
Hotel Euro 
Hotel Excelsior 
Hotel Francesca
Hotel Gradara
Hotel Holiday Park
Hotel Luxor
Hotel Marco Polo
Hotel Meritime

Hotel Nautilus
Milano Resort
Hotel Rio
Hotel San Salvador
Hotel Souvenir 
Hotel Tirsus
Albergo Tura
Hotel Universal 
Hotel Villa Saba 
Hotel Villa Sole 
Hotel Villa Tosi

Hotel **
Hotel Faro
Albergo La Vela 
Hotel Ristorante Pozzi 

Albergo Santo Stefano 


►►►►► Spiagge Family 

Bagno 11 San Marco 
Bagno 16 Gori
 
Bagno 17 Romano 
Bagno 18 
Bagno 19 Bibi 
Bagno 21
Bagno 22 Tropicana Beach
Bagno 23
Bagno 24 Elmo 

Bagno Carlo 23bis Cavalluccio Family
Bagno 25 Gigi
Playa del Sol spiagge 26-27-28-29
Bagno 30
Bagno 33 bis Imperiale
Bagno 34 Toni 
Bagno 35 Carlo
Bagno 36 Ferdinando 

Bagno 38 Mario 
Paguro Beach spiagge 39-40-41-42-43-44 
Bagno 46 Piciacia
Spiaggia 47
Bagno 51 Delfino
Bagno 53 
Spiaggia 54
Le Spiagge del Porto 55 e 55bis
Bagno 58 Guerrino

Bagno 65
Bagno 59 e 60 Gino 
La Grande Spiaggia spiagge 61-62-63-64
Bagno 69 Renzo
Bagno 70 Il Marinaio 
Bagno 72 Lido
Koko Bay spiagge 74 e 75
Afrika Beach spiagge 77, 77bis, 78, 78bis, 79, 79bis 
Solaria Beach spiagge 80-81-82-83-84-85-86-86bis
Bagno 87 Toni 
Bagno 90 Mario
Marina di Levante spiagge 91-92
 


►►►►► Luoghi Family 

Parco Pavese
Parco del Gelso: parco giochi, lago, Valle dei Dinosauri
Parco del Comune
Giardino Caduti di Cefalonia
Parco La Casa Rossa di Alfredo Panzini
Sentieri per l'Uso

Museo del Turismo e delle Tradizioni
Torre Saracena e Museo delle Conchiglie
Biblioteca e Cinema Teatro Astra 
Museo delle Radio d'Epoca

Parco Giochi Paperopolis 
Parco Giochi Santafè
Luna Park Igea Marina
Luna Park Bellaria
Giostra 
Parco Giochi estivo



►►►►► Servizi Family 

Trenino Città
Book crossing on the beach 
Parchi Tematici in Romagna 



►►►►► Eventi Family 

17^ Young Volley on the beach, 23-25 aprile 2017
La Notte Rosa dei Bambini, 07-09 luglio 2017

 

Lillo vi aspetta per la vostra vacanza Family a Bellaria Igea Marina! 
 


 

 
]]>

 
 
A Bellaria Igea Marina i bambini sono da sempre protagonisti della vacanza: une#39;accoglienza "formato famiglia" che nasce dalla nostra tradizione di ospitalità, cardine di un lavoro svolto quotidianamente con tanta passione dai nostri operatori turistici. 

A Bellaria Igea Marina troverete
family hotel, alle#39;avanguardia nei servizi;
spiagge family, sicure, attrezzate e curate nei minimi particolari;
negozi family, dove lo shopping si trasforma in divertimento;
ristoranti, gelaterie, locali family, dove sentirsi a casa.
 
In più, luoghi ed eventi family, per trasformare la vacanza in une#39;avventura indimenticabile:
il Parco del Gelso e il suo lago, la Torre Saracena con il Museo delle Conchiglie, il trenino verde che attraversa la città, i parchi giochi, le giostre, i burattini, i giocolieri, i laboratori e le#39;animazione, tantissimi eventi per tutta la famiglia e Lillo, la nostra mascotte family.
 
Un Disciplinare regolerà l’adesione al progetto da parte degli operatori di ogni categoria, per garantire la vacanza family a Bellaria Igea Marina. 
 
Partecipano al progetto
Federalberghi Bellaria Igea Marina, Turismhotels, Consorzio Family e CCooperativa Bagnini, Confcommercio, Confartigianato, CNA, Confesercenti, Cooperativa Bar di Spiaggia, con il patrocinio del Comune di Bellaria Igea Marina. 


I servizi garantiti da Bellaria Igea Marina Family 


Disciplinare Family




►►►►► Ospitalità Family 

Hotel ****
Blu Suite Hotel 
Hotel Gambrinus Tower Resort
Hotel Gioiella 
Hotel Orizzonte
Hotel Rosalba 


Hotel *** superior
Hotel Agostini
Mediterraneo Suite Resort


Hotel ***
Hotel Acquamarina
Hotel Alba de#39;Oro
Hotel Amalfi
Club Hotel Angelini 
Hotel Arizona
Hotel Atlantic
Augusta Hotel
Hotel Bella Igea 
Hotel Belsoggiorno
Hotel Bolognese
Hotel Capanni  
Hotel Castellucci
Hotel Città di Rosario
Hotel Columbia
Hotel Condor 
Hotel Della Motta 

Hotel Derby
Hotel Euro 
Hotel Excelsior 
Hotel Francesca
Hotel Gradara
Hotel Holiday Park
Hotel Luxor
Hotel Marco Polo
Hotel Meritime

Hotel Nautilus
Milano Resort
Hotel Rio
Hotel San Salvador
Hotel Souvenir 
Hotel Tirsus
Albergo Tura
Hotel Universal 
Hotel Villa Saba 
Hotel Villa Sole 
Hotel Villa Tosi

Hotel **
Hotel Faro
Albergo La Vela 
Hotel Ristorante Pozzi 

Albergo Santo Stefano 


►►►►► Spiagge Family 

Bagno 11 San Marco 
Bagno 16 Gori
 
Bagno 17 Romano 
Bagno 18 
Bagno 19 Bibi 
Bagno 21
Bagno 22 Tropicana Beach
Bagno 23
Bagno 24 Elmo 

Bagno Carlo 23bis Cavalluccio Family
Bagno 25 Gigi
Playa del Sol spiagge 26-27-28-29
Bagno 30
Bagno 33 bis Imperiale
Bagno 34 Toni 
Bagno 35 Carlo
Bagno 36 Ferdinando 

Bagno 38 Mario 
Paguro Beach spiagge 39-40-41-42-43-44 
Bagno 46 Piciacia
Spiaggia 47
Bagno 51 Delfino
Bagno 53 
Spiaggia 54
Le Spiagge del Porto 55 e 55bis
Bagno 58 Guerrino

Bagno 65
Bagno 59 e 60 Gino 
La Grande Spiaggia spiagge 61-62-63-64
Bagno 69 Renzo
Bagno 70 Il Marinaio 
Bagno 72 Lido
Koko Bay spiagge 74 e 75
Afrika Beach spiagge 77, 77bis, 78, 78bis, 79, 79bis 
Solaria Beach spiagge 80-81-82-83-84-85-86-86bis
Bagno 87 Toni 
Bagno 90 Mario
Marina di Levante spiagge 91-92
 


►►►►► Luoghi Family 

Parco Pavese
Parco del Gelso: parco giochi, lago, Valle dei Dinosauri
Parco del Comune
Giardino Caduti di Cefalonia
Parco La Casa Rossa di Alfredo Panzini
Sentieri per le#39;Uso

Museo del Turismo e delle Tradizioni
Torre Saracena e Museo delle Conchiglie
Biblioteca e Cinema Teatro Astra 
Museo delle Radio de#39;Epoca

Parco Giochi Paperopolis 
Parco Giochi Santafè
Luna Park Igea Marina
Luna Park Bellaria
Giostra 
Parco Giochi estivo



►►►►► Servizi Family 

Trenino Città
Book crossing on the beach 
Parchi Tematici in Romagna 



►►►►► Eventi Family 

17^ Young Volley on the beach, 23-25 aprile 2017
La Notte Rosa dei Bambini, 07-09 luglio 2017

 

Lillo vi aspetta per la vostra vacanza Family a Bellaria Igea Marina! 
 


 

 
]]>
Eventi In evidenza
<![CDATA[TRENINO CITTA']]> Il Trenino Città collega il centro di Bellaria con il centro di Igea Marina ed è attivo tutti i giorni durante il periodo estivo.

Dopo una giornata al mare, la sera il Trenino vi offre l'opportunità di visitare i luoghi più interessanti di Bellaria Igea Marina con la vostra famiglia. Il divertimento per i bambini è assicurato!

Il Trenino è attivo anche nelle giornate di mercato.

Gli orari del Trenino:

mattino dalle ore 09.00 alle ore 12.30
pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.30
sera dalle ore 20.00 alle ore 23.30 

I costi del Trenino:
Euro 4,00 per persona per corsa
bambini fino a 2 anni gratuiti


Le fermate del Trenino: 


Fermata 1



Fermata 2



Fermata 3



Fermata 4



Per info e organizzazione gite di gruppo, contattare Alessandra => mobile +39 338 8932538
  ]]>

Dopo una giornata al mare, la sera il Trenino vi offre le#39;opportunità di visitare i luoghi più interessanti di Bellaria Igea Marina con la vostra famiglia. Il divertimento per i bambini è assicurato!

Il Trenino è attivo anche nelle giornate di mercato.

Gli orari del Trenino:

mattino dalle ore 09.00 alle ore 12.30
pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.30
sera dalle ore 20.00 alle ore 23.30 

I costi del Trenino:
Euro 4,00 per persona per corsa
bambini fino a 2 anni gratuiti


Le fermate del Trenino: 


Fermata 1



Fermata 2



Fermata 3



Fermata 4



Per info e organizzazione gite di gruppo, contattare Alessandra => mobile +39 338 8932538
 ]]>
Eventi Informativi Home
<![CDATA[Mercati annuali]]> Sono tre i mercati annuali che animano le strade di Bellaria Igea Marina, occasione per curiosare tra le bancarelle dell’artigianato, dell’enogastronomia e dello stile italiano.
 
Appuntamenti settimanali, organizzati tutto l’anno

MATTINO, ore 8.00-13.00

mercoledì
adiacente al Municipio, Bellaria MERCATO TRADIZIONALE - VEDI MAPPA

venerdì
Via Calatafimi, adiacente Stazione FS, Igea Marina MERCATO TRADIZIONALE - VEDI MAPPA
 
domenica
Via Pascoli angolo Via P. Guidi, Bellaria MERCATINO DEI PRODUTTORI AGRICOLI LOCALI - VEDI MAPPA
 
  ]]>
mercati annuali che animano le strade di Bellaria Igea Marina, occasione per curiosare tra le bancarelle dell’artigianato, dell’enogastronomia e dello stile italiano.
 
Appuntamenti settimanali, organizzati tutto l’anno

MATTINO, ore 8.00-13.00

mercoledì
adiacente al Municipio, Bellaria MERCATO TRADIZIONALE - VEDI MAPPA

venerdì
Via Calatafimi, adiacente Stazione FS, Igea Marina MERCATO TRADIZIONALE - VEDI MAPPA
 
domenica
Via Pascoli angolo Via P. Guidi, Bellaria MERCATINO DEI PRODUTTORI AGRICOLI LOCALI - VEDI MAPPA
 
 ]]>
Eventi Informativi Home
<![CDATA[MATERIALE INFORMATIVO]]>  
FOLDER BELLARIA IGEA MARINA

Pubblicazione Comune Bellaria Igea Marina 
italiano - francese
 
 

 
BELLARIA IGEA MARINA - CITY MAP

Pubblicazione Riviera di Rimini

italiano - francese - inglese - tedesco - russo - spagnolo
 
scarica qui


 
 

 
 
I MUSEI DELLA CITTA' 

Pubblicazione Comune Bellaria Igea Marina
italiano
 
scarica qui


 
ENTROTERRA TUTTO DA SCOPRIRE
"Malatesta & Montefeltro: in viaggio nelle colline riminesi"

Pubblicazione Provincia di Rimini

anno 2011  pagine 260

 
scarica qui




  ]]>
FOLDER BELLARIA IGEA MARINA

Pubblicazione Comune Bellaria Igea Marina 
italiano - francese
 
 

 
BELLARIA IGEA MARINA - CITY MAP

Pubblicazione Riviera di Rimini

italiano - francese - inglese - tedesco - russo - spagnolo
 
scarica qui


 
 

 
 
I MUSEI DELLA CITTAe#39; 

Pubblicazione Comune Bellaria Igea Marina
italiano
 
scarica qui


 
ENTROTERRA TUTTO DA SCOPRIRE
"Malatesta e Montefeltro: in viaggio nelle colline riminesi"

Pubblicazione Provincia di Rimini

anno 2011  pagine 260

 
scarica qui




 ]]>
Eventi Informativi Home
<![CDATA[I DOLCI TIPICI DI CARNEVALE - LE RICETTE]]> Le tagliatelle dolci di Carnevale, sono dolci fritti tipici dell’Emilia Romagna.
Vengono preparate con l’impasto delle comuni tagliatelle all’uovo al quale si aggiunge lo zucchero e il limone.


TAGLIATELLE DOLCI FRITTE
ingredienti per 15 persone
farina – 500 g
uova - 5
zucchero – 700 g
limone - 1
olio di semi - per friggere, q.b.

preparazione
Impastate la farina con le uova e lasciate riposare il preparato per 15 minuti.
Tirate la sfoglia, spremete il limone, stendete lo zucchero, arrotolate e pressate la sfoglia.
Tagliate a rondelle di circa 0,5 cm.
Versate l'olio nella padella farlo riscaldare, immettere le rondelle tre o quattro per volta.
Una volta rosolate sono pronte per essere servite su un vassoio rivestito di carta assorbente.

(ricetta originale della Nunzia alias Crociati Annunziata)

>>>>>>>>>>>>>>>>

Frappe o chiacchiere? In Romagna rigorosamente fiocchetti!
Croccanti, stuzzicanti, deliziosamente fritti e facili da preparare, non possono mancare tra i vostri dolci di Carnevale!
 
FIOCCHETTI
ingredienti per 300 g di fiocchetti

farina – 300 g
uova – 3
zucchero – 200 g
vaniglia – 1 bustina
lievito – mezza bustina
zucchero a velo – q.b.
olio di semi – per friggere, q.b.

preparazione
Impastate la farina e le uova con lo zucchero, il lievito e la vaniglia su una superficie piana fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Con il matterello stendete l’impasto fino ad ottenere una sfoglia sottile di circa 1 mm.
Tagliate la sfoglia in piccoli rettangoli e stringeteli nella parte centrale per ottenere la forma di un fiocco.
Friggete in olio ben caldo, fino alla doratura.
Serviteli con l’aggiunta dello zucchero a velo.
I fiocchetti possono essere aromatizzati con alchermes o anice, secondo il vostro gusto.

(ricetta tipica romagnola)

>>>>>>>>>>>>>>>>

Le castagnole sono dolci di Carnevale tipici della Romagna, preparate un po’ in tutte le regioni d’Italia nel periodo che va dall’Epifania al martedì grasso.
Si tratta di piccole frittelle con un interno soffice, che ricordano la forma delle castagne.

CASTAGNOLE
ingredienti per 30 castagnole

mistrà, liquore all’anice – 1 cucchiaio
farina – 200 g
zucchero – 50 g
scorza grattugiata di mezzo limone
burro – 40 g (oppure olio 1-2 cucchiai)
uova – 2 piccole
sale – un pizzico
lievito in polvere – 8 g
vaniglia – una bacca
zucchero a velo – q.b.
olio di semi – per friggere, q.b. 

L'anice è tipico della ricetta romagnola, ma potrebbe essere sostituito anche dall'alchermes o dal rum, sempre nella stessa dose.
 
preparazione
Mettete in una ciotola la farina, le uova, lo zucchero, il burro, i semi di una bacca di vaniglia, il sale, la scorza grattugiata del limone, il liquore e il lievito; lavorate gli ingredienti fino ad amalgamarli, poi trasferite l'impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastate fino ad ottenere un composto morbido, liscio e compatto.
Lasciate riposare l'impasto per qualche minuto e poi formate dei cordoncini di pasta dello spessore di un paio di centimetri e tagliateli a pezzetti grandi come delle grosse nocciole.
Formate con i palmi delle mani delle palline e friggetele un po’ alla volta in abbondante olio e a fiamma bassa, rigirandole nella padella finchè risulteranno ben gonfie e dorate e cominceranno a galleggiare.
Fate asciugare le vostre castagnole su un foglio di carta assorbente e spolverizzatele con dello zucchero a velo.


Ricette della tradizione romagnola

  ]]>
Vengono preparate con l’impasto delle comuni tagliatelle all’uovo al quale si aggiunge lo zucchero e il limone.


TAGLIATELLE DOLCI FRITTE
ingredienti per 15 persone
farina – 500 g
uova - 5
zucchero – 700 g
limone - 1
olio di semi - per friggere, q.b.

preparazione
Impastate la farina con le uova e lasciate riposare il preparato per 15 minuti.
Tirate la sfoglia, spremete il limone, stendete lo zucchero, arrotolate e pressate la sfoglia.
Tagliate a rondelle di circa 0,5 cm.
Versate le#39;olio nella padella farlo riscaldare, immettere le rondelle tre o quattro per volta.
Una volta rosolate sono pronte per essere servite su un vassoio rivestito di carta assorbente.

(ricetta originale della Nunzia alias Crociati Annunziata)

>>>>>>>>>>>>>>>>

Frappe o chiacchiere? In Romagna rigorosamente fiocchetti!
Croccanti, stuzzicanti, deliziosamente fritti e facili da preparare, non possono mancare tra i vostri dolci di Carnevale!
 
FIOCCHETTI
ingredienti per 300 g di fiocchetti

farina – 300 g
uova – 3
zucchero – 200 g
vaniglia – 1 bustina
lievito – mezza bustina
zucchero a velo – q.b.
olio di semi – per friggere, q.b.

preparazione
Impastate la farina e le uova con lo zucchero, il lievito e la vaniglia su una superficie piana fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Con il matterello stendete l’impasto fino ad ottenere una sfoglia sottile di circa 1 mm.
Tagliate la sfoglia in piccoli rettangoli e stringeteli nella parte centrale per ottenere la forma di un fiocco.
Friggete in olio ben caldo, fino alla doratura.
Serviteli con l’aggiunta dello zucchero a velo.
I fiocchetti possono essere aromatizzati con alchermes o anice, secondo il vostro gusto.

(ricetta tipica romagnola)

>>>>>>>>>>>>>>>>

Le castagnole sono dolci di Carnevale tipici della Romagna, preparate un po’ in tutte le regioni d’Italia nel periodo che va dall’Epifania al martedì grasso.
Si tratta di piccole frittelle con un interno soffice, che ricordano la forma delle castagne.

CASTAGNOLE
ingredienti per 30 castagnole

mistrà, liquore all’anice – 1 cucchiaio
farina – 200 g
zucchero – 50 g
scorza grattugiata di mezzo limone
burro – 40 g (oppure olio 1-2 cucchiai)
uova – 2 piccole
sale – un pizzico
lievito in polvere – 8 g
vaniglia – una bacca
zucchero a velo – q.b.
olio di semi – per friggere, q.b. 

Le#39;anice è tipico della ricetta romagnola, ma potrebbe essere sostituito anche dalle#39;alchermes o dal rum, sempre nella stessa dose.
 
preparazione
Mettete in una ciotola la farina, le uova, lo zucchero, il burro, i semi di una bacca di vaniglia, il sale, la scorza grattugiata del limone, il liquore e il lievito; lavorate gli ingredienti fino ad amalgamarli, poi trasferite le#39;impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e impastate fino ad ottenere un composto morbido, liscio e compatto.
Lasciate riposare le#39;impasto per qualche minuto e poi formate dei cordoncini di pasta dello spessore di un paio di centimetri e tagliateli a pezzetti grandi come delle grosse nocciole.
Formate con i palmi delle mani delle palline e friggetele un po’ alla volta in abbondante olio e a fiamma bassa, rigirandole nella padella finchè risulteranno ben gonfie e dorate e cominceranno a galleggiare.
Fate asciugare le vostre castagnole su un foglio di carta assorbente e spolverizzatele con dello zucchero a velo.


Ricette della tradizione romagnola

 ]]>
Eventi Informativi
<![CDATA[BANDIERA VERDE 2017]]> Acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia per torri e castelli, bagnini e servizio di salvataggio, giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare, e nelle vicinanze gelaterie, locali per l'aperitivo e ristoranti. 
Ecco l'identikit delle 134 spiagge italiane promosse dai pediatri: le località che hanno ottenuto la Bandiera Verde 2017

Spiagge a misura di bimbi e famiglie nella mappa del mare italiano: sono stati consultati 2.305 pediatri e l'elenco delle 134 località "promosse" è stato sottoposto a due campioni di centro pediatri ciascuno. 

La ricetta dei pediatri per una località di mare ideale i bambini più piccoli prevede: 
"Sabbia meglio di sassi e rocce, un po' di spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che possano immergersi in sicurezza". I pediatri hanno sempre privilegiato le spiagge attrezzate ove ci fosse la presenza degli assistenti di spiaggia, indispensabili per intervenire in caso di emergenza, e questo anche "per la garanzia di pulizia, perciò sicurezza, e per la presenza anche di un bar che possa rispondere alle varie esigenze dei bambini, per esempio per lo spuntino di metà mattinata, la merenda, oppure anche per scaldare latte o altri pasti per i più piccini".
 
In Emilia Romagna le località Bandiera Verde sono: Bellaria Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo Mare (Forlì Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Ravenna-Lidi Ravennati, San Mauro Mare (Forlì Cesena). 

  ]]>
Ecco le#39;identikit delle 134 spiagge italiane promosse dai pediatri: le località che hanno ottenuto la Bandiera Verde 2017

Spiagge a misura di bimbi e famiglie nella mappa del mare italiano: sono stati consultati 2.305 pediatri e le#39;elenco delle 134 località "promosse" è stato sottoposto a due campioni di centro pediatri ciascuno. 

La ricetta dei pediatri per una località di mare ideale i bambini più piccoli prevede: 
"Sabbia meglio di sassi e rocce, un poe#39; di spazio fra gli ombrelloni per giocare, acqua che non diventi subito alta in modo che possano immergersi in sicurezza". I pediatri hanno sempre privilegiato le spiagge attrezzate ove ci fosse la presenza degli assistenti di spiaggia, indispensabili per intervenire in caso di emergenza, e questo anche "per la garanzia di pulizia, perciò sicurezza, e per la presenza anche di un bar che possa rispondere alle varie esigenze dei bambini, per esempio per lo spuntino di metà mattinata, la merenda, oppure anche per scaldare latte o altri pasti per i più piccini".
 
In Emilia Romagna le località Bandiera Verde sono: Bellaria Igea Marina (Rimini), Cattolica (Rimini), Cervia-Milano Marittima-Pinarella (Ravenna), Cesenatico (Forlì Cesena), Gatteo Mare (Forlì Cesena), Misano Adriatico (Rimini), Rimini, Riccione (Rimini), Ravenna-Lidi Ravennati, San Mauro Mare (Forlì Cesena). 

 ]]>
Eventi Informativi Home
<![CDATA[BANDIERA BLU 2017]]> Bellaria Igea Marina si è aggiudicata per il nono anno consecutivo la Bandiera Blu, il riconoscimento internazionale assegnato dalla Fee (Foundation for Environmental Education): la cerimonia di ‘consegna’ è avvenuta nella mattinata del 09 maggio presso la sala convegni del CNR a Roma, alla presenza dell’Assessore Gianni Giovanardi in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale.

La città di Panzini è quindi una delle sole sei località della Regione Emilia Romagna che la Fee ha riconosciuto in questo 2017, sulla base di oltre trenta indicatori relativi alla gestione sostenibile del territorio: dalla depurazione delle acque alla gestione dei rifiuti e le piste ciclabili, dalla disponibilità di spazi verdi ai servizi degli stabilimenti balneari.

Nel 2015, le premiate della nostra Regione erano state nove, appena sette invece nel 2016; restringendo il cerchio alla provincia riminese, per l’anno in corso le località che si potranno fregiare della Bandiera Blu sono due, Misano Adriatico e Bellaria Igea Marina.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale con alle spalle una storia trentennale di prestigio ed autorevolezza: istituita infatti nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente, essa viene assegnata ogni anno in decine di paesi europei ed extra-europei, con il supporto e la partecipazione di due agenzie ONU, l’UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente) e l’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE, riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e la sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile, ha sottoscritto un protocollo di partnership globale.

  ]]>

La città di Panzini è quindi una delle sole sei località della Regione Emilia Romagna che la Fee ha riconosciuto in questo 2017, sulla base di oltre trenta indicatori relativi alla gestione sostenibile del territorio: dalla depurazione delle acque alla gestione dei rifiuti e le piste ciclabili, dalla disponibilità di spazi verdi ai servizi degli stabilimenti balneari.

Nel 2015, le premiate della nostra Regione erano state nove, appena sette invece nel 2016; restringendo il cerchio alla provincia riminese, per l’anno in corso le località che si potranno fregiare della Bandiera Blu sono due, Misano Adriatico e Bellaria Igea Marina.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale con alle spalle una storia trentennale di prestigio ed autorevolezza: istituita infatti nel 1987, Anno europeo dell’Ambiente, essa viene assegnata ogni anno in decine di paesi europei ed extra-europei, con il supporto e la partecipazione di due agenzie ONU, l’UNEP (Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente) e l’UNWTO (Organizzazione Mondiale del Turismo) con cui la FEE, riconosciuta dall’UNESCO come leader mondiale per l’educazione ambientale e la sensibilizzazione allo sviluppo sostenibile, ha sottoscritto un protocollo di partnership globale.

 ]]>
Eventi Informativi Home